Seleziona una pagina

Smart Cities

La digitalizzazione al servizio della città

La città intelligente

Nella fase più recente dell’era della comunicazione, oltre a trasportare le informazioni si è iniziato a distribuire l’intelligenza. E’ dal concetto di intelligenza distribuita che nasce quello di smart city. Mettendo in relazione le disomogenee infrastrutture materiali che costituiscono i servizi al cittadino con il “capitale umano, intellettuale e sociale”, una città diviene smart. L’infrastruttura immateriale della rete – spesso IoT – al servizio dell’infrastruttura materiale, e viceversa, nell’ottica del miglioramento dei servizi, della loro ottimizzazione, del risparmio energetico, della riduzione dell’impatto ambientale, dell’utilizzo consapevole, della coesione sociale e dell’inclusione.

Impatto sociale

Una città è tanto più smart, quanto più la urban experience è vissuta dal cittadino. L’incentivazione all’utilizzo degli strumenti smart è parte integrante e fondamentale di questo nuovo mondo in continua ed esponenziale evoluzione.

Quella che vive una smart city è una comunità che ha imparato ad apprendere, adattarsi ed innovare. Lo sforzo e l’attenzione richiesti sono elevati, soprattutto per i soggetti più sensibili al digital divide. La mission degli smart-urbanisti è proprio quella di tenere sempre in considerazione, al di sopra dei processi di innovazione tecnologica, la facilitazione di inclusione sociale del cittadino nei servizi pubblici, con particolare attenzione al rafforzamento della sua partecipazione alla co-progettazione della città.

Smart Campus

Il contesto di sperimentazione del progetto SMART CAMPUS comprende gli edifici e le strutture pubbliche delle 4 Università europee partecipanti al progetto: IST (Lisbona), LTU-CDT (Luleå), Metropolia (Helsinki), POLIMI (Milano).
Tra gli obiettivi di progetto vi è un risparmio energetico fino al 20% presso gli edifici in monitoraggio, da raggiungere mediante sistemi di interazione ambientale e di automazione, già in implementazione presso le università pilota.
Installazioni e servizi ICT vengono implementati entro piattaforme intelligenti, intelligent energy management systems, in grado di influenzare, informare e ottimizzare, attraverso la gestione automatica di HVAC per il comfort ambientale e impianti di illuminazione, l’utilizzo quotidiano e le abitudini di utenza, studenti e personale docente, presso ambienti di lavoro e aule studio.

my Neighborhood

Servizi intelligenti per Quarto Oggiaro a Milano: Archeometra ha partecipato come azienda al programma patrocinato dalla Comunità Europea (per l’Information and Communication Technologies Policy Support Programme) sulle tematiche dei servizi tecnologici per l’innovazione sociale.
Il progetto “My Neighbourhood – My City“, la cui fase sperimentale si è conclusa nel 2015, oltre a partner tecnici e Università, aggrega le municipalità di Milano (IT), Lisbona (PT), Aalborg (DK) e Birmingham (UK).
Ogni città lavora su un quartiere all’interno di temi e di servizi specifici: l’attività di Archeometra, in affiancamento al Politecnico di Milano per il Comune di Milano, rientra nell’area di Quarto Oggiaro. Qui sono stati avviate e valorizzate reti e risorse di quartiere usufruendo delle nuove tecnologie. Idee e servizi intelligenti dedicati al quartiere hanno dato vita ad una piattaforma di accesso in grado di evolvere, dalla prima modalità prototipale della scala della comunità di vicinato a quella definitiva urbana.

Stick Around

Stick Around è l’applicazione mobile sviluppata da Archeometra che è entrata a far parte dello SMART PLAN del Politecnico di Milano e tra gli urban experiments per raccogliere e acquisire idee, soluzioni creative e innovative verso nuovi modi e stili di vita. Tra gli obiettivi c’è infatti quello di trasformare l’area contestuale allo stesso campus universitario in uno spazio urbano integrato con il quartiere, la città e la piazza che si sviluppa intorno.
Nasce così il progetto per un’applicazione dedicata e un servizio sperimentale di supporto, Stick Around appunto, per aiutare i cittadini a riconquistare e a ricreare spazi e iniziative pubbliche, calenderizzare e condividere eventi e attività…